Temperature più fredde ci indicano che i roditori stanno cercando rifugio

Uno specialista in fauna selvatica del servizio di divulgazione K-State dell'Università del Kansas (USA) spiega perché il controllo dei roditori è importante per prevenire danni alla proprietà e il potenziale diffondersi di malattie.
Quando le giornate calde van via, ratti e topi vengono fuori per giocare dentro le nostre case e altri edifici. Lo specialista sugli animali selvatici Charlie Lee di 'K-State Research and Extension' riferisce che il tardo autunno è l'epoca dell'anno in cui i proprietari di case e aziende agricole dovrebbero prepararsi ai roditori che cercano rifugio in luoghi caldi e dovrebbero anche capire il reale danno che questi parassiti possono fare.
L'Organizzazione per l'Agricoltura e l'Alimentazione delle Nazioni Unite (FAO) delinea tre principali ragioni per la quali i ratti e i topi sono considerati parassiti: essi possono portare in negativo il nostro bilancio delle provviste alimentari, fare in pezzi edifici e proprietà e trasmettere malattie pericolose agli esseri umani.

Questioni legate alla perdita di alimenti

Mentre la perdita di alimenti può verificarsi attraverso tutta la catena produttiva e tutto il percorso verso il consumatore, i roditori sono la principale causa di perdita degli alimenti in tutto il mondo. I roditori mangiano e contaminano i raccolti riferisce Lee.

Il riso è un alimento di base in tutto il mondo e Lee riferisce che i roditori mangiano circa il 10% del riso prodotto, che è abbastanza per nutrire 350 milioni di persone l'anno.
Se i ratti e i topi non consumano le produzioni agricole, la contaminazione nelle aree infestate è un'altra questione principale.

Secondo quanto riferisce il Ministero dell'Agricoltura, Cibo e Affari rurali dell'Ontario, un ratto può contaminare dieci volte la quantità di cibo che consuma. Un ratto produce circa 25.000 palline fecali l'anno, mentre un topo ne produce 17.000. L'orina dei roditori contamina come o più degli escrementi.

Le perdite hanno un impatto economico. Come esempio, riferisce Lee, ciascun ratto in una fattoria mangerà, rovinerà, o danneggerà approssimativamente 25 dollari di granella per anno. Il Servizio sul Pesce e la Vita Selvatica degli Stati Uniti d'America ('.pdf') ha stimato che negli Stati Uniti, la perdita di granella immagazzinata e la distruzione di proprietà dovute ai ratti nero e norvegico si stima che superi i 19 miliardi di dollari all'anno.

Danni alle strutture

Ratti e topi danneggiano le strutture scavando cunicoli nei muri, negli strati isolanti e altre fondazioni, riferisce Lee. Potremmo renderci conto di quel danno quando è ormai troppo tardi, poiché tali bestie tendono a uscire di notte.
Fate attenzione ai cavi elettrici masticati, alle strutture in legno ed agli intonaci murali. Ratti e topi usano molti di questi materiali per creare nidi. Escrementi indicheranno la presenza di parassiti e quando è richiesta l'azione per eliminarli da case e altri edifici.

Vettori di malattie

Ratti e topi sono responsabili di almeno 45 malattie, riferisce Lee, comprese alcune malattie dannose per gli esseri umani, tra cui l'hantavirus (febbre emorragica coreana), la leptospirosi e la peste.
I ratti del cotone, i ratti cervo e i topi dai piedi bianchi possono portare l'hantavirus, che causa un'affezione respiratoria a volte fatale chiamata 'sindrome polmonare da hantavirus', riferisce Lee. Secondo quanto riferiscono i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC), l'hantavirus è diffuso dalla respirazione nella polvere contaminata da urina, o escrementi di topo, avendo diretto contatto con i roditori e la loro urina, i loro escrementi, o materiale dei loro nidi; o anche ferite da morso di roditori, sebbene esse siano rare.
La leptospirosi, dice Lee, è un'infezione batterica potenzialmente fatale che può condurre a un danno ai reni, a un insufficienza epatica e alla meningite. Secondo quanto riferisce il CDC, mangiare cibi, o bere acqua che è stata contaminata da urine di roditori infetti e altri animali è la principale causa di diffusione di questa malattia. Il contatto umano con il suolo contaminato da urine di animali infetti è un altro metodo di trasmissione.

Secondo quanto riferisce Lee, i roditori che dimorano nel suolo naturale, compresi gli scoiattoli del suolo (marmotte), i cani della prateria, i ratti del legno, gli scoiattoli striati americani sono coinvolti in un ciclo con le pulci che diffonde il batterio che causa la peste, la stessa peste diffusa dai ratti, che uccise milioni di europei durante il Medioevo.

I moderni antibiotici aiutano a combattere la peste, ma il CDC riferisce che negli Stati Uniti si verificano casi, alcuni dei quali hanno provocato delle morti.

Identificazione e adozione di precauzioni

La maggior parte dei ratti oggetto di preoccupazione nel Medioevo erano della specie ratto norvegico, anche conosciuto come ratto bruno, o ratto di fogna, dice Lee.

'Li potete riconoscere per il fatto che hanno il muso spuntato e occhi piccoli,' egli dice. 'Questo roditore effettua una gran quantità di scavi e cunicoli'.

'Le femmine sono sessualmente mature a 75 giorni di età,' egli ha aggiunto. 'Esse hanno una cucciolata piuttosto ampia che va da 7 a 11. Ma a causa di un'elevata mortalità neonatale, essi riescono a svezzare solo circa 20 ratti/anno.

I topi della casa che la maggior parte della gente riconosce come piccoli roditori grigio-brunastri, con una coda quasi priva di peli, sono tipicamente rinvenuti in aree ben riparate vicino la casa, o al suo interno.

'La riproduzione dei topi domestici è piuttosto differente da quella dei ratti,' dice Lee. 'essi sono sessualmente maturi a 5 settimane di età, che è circa la metà del tempo di un ratto norvegico. Ciascuna coppia produrrà circa 50 giovani topi per anno, ma ciascuna cucciolata di progenie comincerà a produrre giovani anche ben prima della fine dell'anno.'

Lee ha riferito che queste due specie sono state portatrici di problemi per secoli e non vede nulla di nuovo all'orizzonte per eliminare il problema. Seguire gli stessi passi – prevenzione, igiene e riduzione (delle popolazioni) sono fondamentali per controllare i parassiti.

'Ciò inizia col tentare di rendere gli edifici a prova di roditori'. Riferisce Lee. 'Ottenete ciò chiudendo i luoghi dove è ovvio che essi entreranno'.

'Il passo successivo è l'igiene, che è semplicemente alterazione dell'habitat,' egli ha continuato. 'Pulite dentro e fuori, particolarmente il cibo degli animali da compagnia e le fuoriuscite di granaglie.'

'Quindi alla fine il terzo passo è la riduzione della popolazione. Molti fanno affidamento sulle trappole, e altri sui programmi basati su sostanze tossiche.'

Maggiori informazioni sono disponibili presso gli uffici di divulgazione locali (dell'Università del Kansas) posti in tutto il Kansas, o nella pubblicazione 'I danni della fauna selvatica agricoli (Ag Wildlife Damage) del negozio di libri della K-State Research and Extension (Servizio di Divulgazione e Ricerca dell'Università del Kansas), disponibile online presso il negozio online di libri dell'Università del Kansas.

Autore dell'articolo: Katie Allen, 9 novembre 2015

Fonte/i: K-State Research and Extension

Sito fonte: K-State Research and Extension

Pubblicato da Agrolinker, in data 31 dicembre 2015; traduzione di Luca Federico Fianchini.

Indirizzo permanente di questo articolo: https://www.agrolinker.com/?id=1655

© Riproduzione Riservata          Collegamento all'elenco dei feeds RSS di Agrolinker         

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.

Alcuni articoli tematicamente collegati:
  1. Un efficace contrasto degli scarafaggi prevede tecniche di lotta integrata per prevenire la resistenza incrociata

  2. I ratti più attrattivi sono anche maggiormente uccisi dai loro predatori

  3. I batteri dell'intestino degli scarafaggi influiscono sulla loro capacità di aggregazione sociale

  4. Temperature più fredde ci indicano che i roditori stanno cercando rifugio

  5. Con la diminuzione della temperatura dell'aria, preparatevi all'arrivo di ospiti in casa

Collegamento all'elenco dei feeds RSS di Agrolinker