Rete europea per la libera concorrenza-newsletter (inglese)

Questo è un forum di lettura, ma è possibile anche inserirvi messaggi, sui seguenti argomenti:

Forum di documentazione su economia, statistica, politica agraria, sociologia rurale, marketing e mercato delle commodity agricole, estimo rurale, ecc. .


Non è consentito l'inserimento di annunci.
Bloccato
Avatar utente
admin
YaBB Administrator
YaBB Administrator
Messaggi: 1113
Iscritto il: 01 gen 1970 02:00
Località: Rome

Rete europea per la libera concorrenza-newsletter (inglese)

Messaggio da admin » 29 gen 2010 15:07

Un nuovo bollettino mensile, diffuso dalla Rete europea per la libera concorrenza:

L'Autorità italiana Garante per la Libera Concorrenza ed il Mercato (AGCM) segnala nel suo notiziario, in data 28 gennaio 2010, che l'ECN (Rete europea per la libera concorrenza) ha cominciato a diffondere un bollettino mensile 'ECN-brief', raggiungibile al seguente indirizzo internet:

http://ec.europa.eu/competition/ecn/brief/index.html

in cui viene offerto aggiornamento circa l'attività di questo organismo a tutela delle condizioni di libera concorrenza nell'accesso ai beni e servizi all'interno dell'intero territorio della Comunità europea.
-E' altresì utile segnalare che è possibile, così come previsto anche dall'italiana 'AGCM', effettuare segnalazioni di situazioni contrarie al libero mercato ed avere poi risposte nel termine massimo di un mese (http://ec.europa.eu/competition/publica ... r_liaison/).

- Molti sono portati istintivamente ad identificare l'attività delle autorità 'anti-trust' come antitetica ad un sistema economico, in cui il mondo del lavoro è organizzato intorno ad strutture professionali di tutela sindacale dei propri associati, ma poi alcuni hanno modo di ripensare le loro convinzioni, quando hanno l'opportunità di constatare che, a volte, le stesse organizzazioni professionali si rapportano con le autorità di garanzia, per cercare di ottenere la tutela del diritto dei propri rappresentati contro situazioni esterne che ne ostacolano il libero esercizio delle relative attività economiche.
Ciò ci mostra quindi che non vi è un'antitesi tra la libera concorrenza nell'accesso al lavoro, ai beni ed ai servizi e la tutela sindacale degli interessi degli associati ad una qualunque struttura professionale di categoria.
- Per questo motivo considerato che un organismo comunitario è legato ad una coerenza delle politiche di mercato attuate su un  territorio più ampio, giunge forse gradita a molti operatori economici questa opportunità (aggiuntiva) di poter ottenere la tutela dei loro interessi, di fronte ad organizzazioni nazionali che a volte operano ignorando principi basilari nell'accesso, ai beni, ai servizi ed alle opportunità di lavoro.
Ultima modifica di admin il 29 gen 2010 16:08, modificato 1 volta in totale.
Bloccato

Torna a “Economia, lavoro, politiche agricole italiane e dell'UE | News, articoli”