Fissati i requisiti formativi per gli operatori del verde - Agronomi e agrolaureati: esenzione o riduzione dei requisiti

Questo è un forum di lettura, ma è possibile anche inserirvi messaggi, sui seguenti argomenti:

Notizie, documenti normativi, eventi di pubblico accesso di interesse dei tecnici delle professioni di agronomo, perito agrario ed agrotecnico.

Non è consentito l'inserimento di annunci.
Bloccato
Avatar utente
admin
YaBB Administrator
YaBB Administrator
Messaggi: 1078
Iscritto il: 01 gen 1970 02:00
Località: Rome

Fissati i requisiti formativi per gli operatori del verde - Agronomi e agrolaureati: esenzione o riduzione dei requisiti

Messaggio da admin » 06 mar 2018 01:09

Una notizia che è diffusa dal Consiglio Nazionale dei Dottori Agronomi e Forestali (CONAF)

LINK (Circolare CONAF, n.°8/2018): http://www.conaf.it/sites/default/files ... erde_0.pdf
segnala che uno degli aspetti dell'applicazione del Collegato agricolo (norme di semplificazione) di cui alla Legge n.154 del 28/7/2016 vi è la fissazione, con il contributo dell'Ordine dei Dottori Agronomi dei requisiti minimi di competenza dei Manutentori del Verde.

Tale legge n.154 del 28/7/2016 infatti, all’art.12 definisce chi può svolgere “l’attività di costruzione, sistemazione e manutenzione del verde pubblico o privato affidata a terzi”, incaricando le regioni e le province autonome di fissarne requisiti.
LINK: https://www.cliclavoro.gov.it/Normative ... 6_n154.pdf

Poiché in alcuni casi i requisiti erano inadeguati, oltre che complessivamente differenti tra le diverse regioni, è stato redatto un documento di Accordo in Conferenza Stato-Regioni (22-2-2018), alla cui definizione hanno anche partecipato i componenti del Tavolo Tecnico del Settore Florovivaistico presso il MIPAAF, a cui partecipa anche il CONAF;
LINK: http://www.statoregioni.it/Documenti/DO ... eb2018.pdf

Analizzando il detto documento si evince in breve:

Il percorso di qualificazione, destinato ai titolari delle imprese e a chi vuole avviare tale attività (gestito da regioni e provincie autonome) porta a un esame finale cui accedono coloro che hanno seguito i corsi (80% di 180 ore, di cui 60 di attività pratiche) e coloro che hanno ottenuto la certificazione delle proprie competenze. Il titolo che si consegue dopo l'esame è 'Manutentore del verde'.
Requisiti di abilitazione al corso sono il diploma di scuola superiore ed il compimento dei 18 anni di età.

In questo ambito a pagina 6 (par. 7 b,c,f) viene segnalata un'esenzione, o riduzione del percorso formativo (aspetto non dettagliato) per (es.) i dottori agronomi e forestali ed i laureati in agraria. Lo stesso vale per i professionisti agrari diplomati e per i diplomati ad indirizzo agrario. Per togliersi dubbi e preoccupazione riguardo eventuali requisiti formativi (aggiuntivi) che possano essere richiesti in analogia a quanto già accaduto con la normativa del PAN fitofarmaci, può essere utile questo documento pubblicato dal Consiglio Nazionale degli Agrotecnici ed Agrotecnici laureati: http://www.agrotecnici.it/circolari_pub ... 929-18.pdf


Per una chiara e completa comprensione di tutti gli aspetti pratici, qui solo genericamente riassunti, si rimanda in ogni caso alla complessiva lettura dei documenti sopra linkati.
Bloccato

Torna a “Forum professioni agrarie: Accesso, pratica, temi tecnici | Discussioni”