L'agronomo professionale certificato negli USA

Questo è un forum di lettura, ma è possibile anche inserirvi messaggi, sui seguenti argomenti:

Notizie, documenti normativi, eventi di pubblico accesso di interesse dei tecnici delle professioni di agronomo, perito agrario ed agrotecnico.

Non è consentito l'inserimento di annunci.
Bloccato
Avatar utente
admin
YaBB Administrator
YaBB Administrator
Messaggi: 1113
Iscritto il: 01 gen 1970 02:00
Località: Rome

L'agronomo professionale certificato negli USA

Messaggio da admin » 20 ago 2010 14:40

Istruzione-Formazione agraria: L'agronomo professionale certificato negli USA

Certified Professional Agronomist (CPAg) è un diploma la cui procedura di conseguimento viene spiegata nella seguente pagina del sito internet della Società scientifica per il Suolo e la Conservazione dell'Acqua (http://www.swcs.org/):

http://www.swcs.org/en/members_only/con ... mist_cpag/

Per accedere a questo titolo sono indicati come requisiti necessari:

- Essere membri della Società Americana di Agronomia e/o della Società Americana di Scienza delle Colture e/o della Società Americana di Scienza del Suolo (si tratta infatti di un servizio offerto ai membri delle dette società scientifiche).
- Un diploma conseguito presso un college universitario.
- Un certo livello di esperienza.
- Il superamento di un esame di abilitazione.

Questo diploma, insieme con quello di 'scienziato professionale del suolo certificato' (CPSS) e 'classificatore professionale certificato del suolo' (CPSC) sono certificati da ARPACS (The American Registry of Certified Professionals in Agronomy, creato nel 1977), di seguito alcuni dettagli su di esso (file .pdf, posto sul sito della Società americana di Agronomia): https://www.agronomy.org/files/publicat ... 1-0021.pdf

Per mantenere questa certificazione di agronomo (qui inteso come esperto di agronomia e chimica del suolo: CPAg) sarebbe inoltre necessario effettuare 40 ore di formazione continua (continuing education - EC) ogni 2 anni, in forma di 'unità di formazione continua' (continuing education units - CEUs).
Sono segnalate come attività riconoscibili ai fini di tale processo di formazione continua: incontri professionali, attività di auto-apprendimento (self-directed study), servizi offerti alla comunità e materiali tecnici/educativi realizzati dal professionista.

Infine viene indicato che le unità di formazione continua pre-approvate dalle associazioni dei consulenti colturali certificati (Certified Crop Advisor - CCA) saranno anche riconosciute per le tre certificazioni CPAg, CPSS and CPSC.


Pare quindi indubbia l'utilità negli USA, per gli agronomi laureatisi presso le università, di acquisire anche una certificazione professionale, che assume un valore di controllo circa la qualità delle attività professionali e di aggiornamento svolte, con il suggello di importanti organizzazioni scientifiche di settore, direttamente coinvolte nella ricerca scientifica agraria e sua divulgazione e che offrono servizi di certificazione alternativi.

------------------
Ma ancora più interessante è quanto ci viene indicato nel sito appositamente predisposto per le certificazioni offerte da ASA (Società americana di Agronomia) - CSSA - SSSA - CCA :
https://www.certifiedcropadviser.org/certifications

Innnanzitutto è utile notare che è presente un albo online per iscritti che vivono in tutto il mondo, il che fa presumere che questa certificazione sia potenzialmente accessibile per chiunque, in giro per il mondo, abbia i titoli richiesti.

Un'apposita sezione poi ci spiega perchè un laureato di una facoltà di agronomia debba puntare ad acquisire una certificazione volontaria della propria professionalità, prima di iniziare l'attività professionale e per fare ciò ci sono anche offerti dei lumi sul sistema professionale statunitense:

Chi vuole esercitare alcune professioni per le quali è richiesta una licenza deve avere una licenza statale, che è comunque una sorta di certificazione pubblica che abilita all'esercizio della professione. La licenza viene conferita dall'Ufficio di tutela dei consumatori e di regolazione delle professioni, ad esempio quello del Massachussetts, di cui è di seguito riportata la pagina dell'elenco dei registri:

http://www.mass.gov/?pageID=ocatopic&L= ... s&sid=Eoca

Gli agronomi sono compresi negli ingegneri, come ingegneri agricoli, ma nel registro di cui sopra del governo del Massachussetts troviamo anche architetti, architetti del paesaggio, ottometristi, barbieri, agopuntori, cosmetologi, massaggiatori, ecc:

Ingegneri: http://www.mass.gov/?pageID=ocasubtopic ... s&sid=Eoca

Tornando alla certificazione della Società di Agronomia, essi precisano che la licenza offerta è confrontabile a quella statale, quanto a garanzie verso i cittadini.
Ma viene altresì fatto presente che il cliente si sentirà più tutelato, se avrà la consapevolezza di poter anche ottenere, per mezzo di una lettera di protesta, il ritiro di una certificazione professionale; ciò particolarmente considerando che tale titolo qualificante sarebbe il risultato di un percorso di apprendimento, a cui molti professionisti decidono di partecipare, per accedere a maggiori opportunità professionali.
In pratica ciascun percorso di certificazione proposto fissa un preciso codice etico di cui è richiesto e controllato il rispetto.

Come viene fatto quindi notare: L'agricoltore, l'agenzia statale, il datore di lavoro pubblico, o privato avranno in tal modo uno strumento in più per scegliere personale tecnico dotato di abilità adeguate a soddisfare le loro necessità.

LINK alla pagina della certificazione CPAg, nel sito della Società Americana di Agronomia: https://www.agronomy.org/certifications/cpag/
Ultima modifica di admin il 26 ago 2010 02:45, modificato 1 volta in totale.
Bloccato

Torna a “Forum professioni agrarie: Accesso, pratica, temi tecnici | Discussioni”