Manovra: OK a biogas e digestato grande risultato Coldiretti

Questo è un forum di lettura, ma è possibile anche inserirvi messaggi, sui seguenti argomenti:

Archivio di notizie e comunicati relativi a leggi riguardanti l'agricoltura, il paesaggio, la forestazione, l'ambiente, i consumatori, la concorrenza, la privacy, la libera professione, il lavoro agricolo, i contratti di lavoro, ecc.


Non è consentito l'inserimento di annunci.
Bloccato
Avatar utente
admin
YaBB Administrator
YaBB Administrator
Messaggi: 1144
Iscritto il: 01 gen 1970 02:00
Località: Rome

Manovra: OK a biogas e digestato grande risultato Coldiretti

Messaggio da admin » 18 dic 2019 06:57

Il via libera ad una rinnovata disciplina degli impianti di produzione di energia elettrica da biogas e di valorizzazione del digestato è un grande risultato ottenuto dalla Coldiretti. E’ quanto ha affermato il presidente Ettore Pandini in riferimento all’approvazione dell’emendamento alla legge di bilancio che salvaguarda la continuità funzionale degli impianti di biogas già autorizzati e promuove l’utilizzo di sottoprodotti importati per la qualità dei suoli.

In particolare – ha sottolineato la Coldiretti - viene previsto il diritto di continuare ad usufruire di un incentivo sull’energia elettrica anche agli impianti alimentati a biogas entrati in esercizio entro il 31 dicembre 2007 che non abbiano avuto modo di riconvertire la produzione di biometano per effetto dei ritardi nella fase di approvazione e quindi di attuazione del DM 2 marzo 2018 di incentivazione del biometano.

Una norma che – prosegue la Coldiretti – contribuisce al raggiungimento degli obiettivi europei in materia di economia circolare diretti a salvaguardare e a migliorare la sostenibilità dell’ambiente e a garantire un utilizzo efficiente e razionale delle risorse naturali. Nelle aziende di allevamento, infatti, il digestato viene equiparato alla sostanza fertilizzante e viene così evitato il blocco dell’utilizzo nel periodo invernale riducendo la dipendenza dai fertilizzanti chimici. Si torna così – ha precisato la Coldiretti - ad utilizzare la sostanza organica anche per contrastare la preoccupante desertificazione dei terreni.

“Un risultato importante ottenuto grazie al contributo decisivo del relatore Dario Stefano e dei Sen. Mino Taricco e Alan Ferrari oltre che dei Ministri competenti ai quali va il nostro ringraziamento per il lavoro svolto insieme - ha concluso il presidente della Coldiretti Ettore Prandini - nel sottolineare che “si tratta di un intervento atteso dalle imprese agricole impegnate in un difficile processo di innovazione per lo sviluppo sostenibile.”

Comunicato stampa di Coldiretti - Relazioni esterne N. 1039 del 12 dicembre 2019.



Sullo stesso argomento c'è anche un comunicato di Confagricoltura, intitolato:

Biogas, Confagricoltura: La manovra conferma quanto avevamo richiesto per le bioenergie

“Siamo contenti e portiamo a casa un nostro grande risultato, che sottolinea l’importanza strategica delle bioenergie. Un modello di sviluppo che mette al centro la risorsa biologica, l’economia circolare e l’innovazione tecnologica. In Italia si contano quasi 2.000 impianti e più di 12.000 occupati”. Questo il commento di Confagricoltura all’emendamento approvato oggi in commissione Bilancio dal Senato, che conferma la continuità dello sviluppo degli impianti a biogas.

Con la nuova impostazione per gli incentivi, spiega Confagricoltura, sono stati superati alcuni problemi sulla provenienza delle biomasse e si è data una tempistica più in linea con le esigenze delle imprese. E’ urgente, però, emanare al più presto il decreto FER 2 per definire, in modo organico, lo sviluppo delle bioenergie.

Per gli impianti a biogas che si avviano alla conclusione del periodo di incentivazione della produzione elettrica e che non avranno la possibilità di riconvertire a biometano occorrerà dare una risposta chiara e puntuale e, attraverso regole nuove, contribuire all’equilibrato sviluppo delle rinnovabili. Per quelli entrati in esercizio prima del 31 dicembre 2007, il cui periodo di incentivazione è in scadenza: “Ci aspettiamo – sottolinea Confagricoltura - che le procedure amministrative previste siano attuate concretamente e con rapidità, rispondendo alle esigenze delle imprese”.

E’ necessario, a parere di Confagricoltura, sostenere gli impianti che effettuano una riconversione parziale, per favorire una effettiva transizione dal biogas al biometano. Così come incoraggiare la transizione energetica verso la mobilità sostenibile, ed in particolare incentivando lo sviluppo del biometano anche per i trattori agricoli e forestali.

Comunicato stampa di Confagricoltura - Ufficio stampa, del 12 dicembre 2019.
Bloccato

Torna a “Leggi e decreti per agricoltura e paesaggio | News, articoli”