Ambiente: ENEA entra nel programma Ue Copernicus per la previsione degli inquinanti nell'aria

Qui informazioni sulle attività interne delle associazioni di categoria agricole e sui servizi da esse offerti. Le fonti sono comunicati stampa ricevuti alla casella di posta comunicatiXXX@XXXagrolinker.com (togliere le X, misura antispam) e altri comunicati rinvenuti online.
Bloccato
Avatar utente
admin
YaBB Administrator
YaBB Administrator
Messaggi: 929
Iscritto il: 01 gen 1970 02:00
Località: Rome

Ambiente: ENEA entra nel programma Ue Copernicus per la previsione degli inquinanti nell'aria

Messaggio da admin » 09 mag 2019 16:43

ENEA entra nel programma Ue Copernicus per il monitoraggio dell’inquinamento atmosferico con il Sistema Modellistico MINNI. Il suo compito sarà quello di contribuire alle attività di previsione della composizione dell’atmosfera in Europa lavorando in collaborazione con altri nove modelli messi a punto da istituti di ricerca europei.

Il sistema MINNI[1] svilupperà mappe dei livelli di concentrazione nell’aria di particolati (PM10 e PM2,5) e gas (biossido di zolfo, biossido di azoto, monossido di carbonio e ozono) e successivamente anche di pollini (erba, betulla, olivo e ambrosia) e componenti secondari del PM2,5. “Per il momento l’ENEA è l’unica presenza italiana in Copernicus Atmosphere Monitoring Service.

Attualmente il nostro compito è quello di elaborare simulazioni in linea con quelle degli altri partner, lavorando al miglioramento della previsione complessiva. In seguito il sistema MINNI potrà diventare un modello operativo a tutti gli effetti”, spiega Luisella Ciancarella, responsabile del laboratorio inquinamento atmosferico dell’ENEA.

Grazie al progetto Copernicus Atmosphere Monitoring Service (CAMS 50) sarà possibile ottenere previsioni a 4 giorni delle concentrazioni degli inquinanti atmosferici, sempre più attendibili, accurate e per intervalli temporali ‘su misura’; infatti, al fine di migliorare le performance dei modelli, per ogni giorno di previsione verrà effettuata l’analisi dei dati osservati il giorno precedente, mentre sarà condotta una seconda analisi sui dati già validati e riferiti ai due anni precedenti.

[..]

“MINNI è uno strumento potente che ci dice la natura del fenomeno dell’inquinamento atmosferico, quando e perché si verifica, con una risoluzione mai raggiunta sull’intero territorio italiano; e l’applicazione di questi stessi componenti modellistici al sistema previsionale FORAIR_IT ha creato le premesse per entrare a far parte del programma Copernicus Atmosphere Monitoring Service”, sottolinea Mario Adani, ricercatore ENEA e responsabile scientifico del progetto.

Il sistema MINNI si avvarrà del super computer CRESCO6 del Centro Ricerche ENEA di Portici (Napoli), di recente entrato nella prestigiosa classifica TOP500 delle infrastrutture di calcolo più potenti al mondo, grazie al raddoppio della potenza arrivata a 1,4 milioni di miliardi di operazioni matematiche al secondo (1.4 PetaFlops).

Copernicus Atmosphere Monitoring Service (CAMS), gestito dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (European Center Medium Weather Forecast - ECMWF), è uno dei 6 servizi del programma Ue Copernicus[2] per offrire servizi di informazione su inquinamento atmosferico, salute, gas a effetto serra e clima basati su dati acquisiti e integrati da satelliti, in situ e modellistici.

Al progetto CAMS 50 partecipano 11 istituzioni europee, tra cui [..]

La notizia è stata pubblicata sull’ultimo numero del nostro settimanale in italiano e inglese ENEAinform@ http://www.enea.it/it/eneainforma/archi ... /view_html

Per maggiori informazioni: https://www.regional.atmosphere.copernicus.eu/

ENEA - Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, news segnalata il 6 maggio 2019.
Bloccato

Torna a “Informative sui servizi offerti dalle associazioni di categoria agricole”