Prog.Bioreg Marche: La regione punta a costituire 2distretti

Questo è un forum di lettura, ma è possibile anche inserirvi messaggi, sui seguenti argomenti:

Questo forum ha l'obbiettivo di fornire un minimo aggiornamento di notizie agricole per tecnici ed operatori del settore agricolo delle Marche, particolarmente con riferimento alle sovvenzioni della UE (PAC, PSR, PSL); quindi questi sono i temi anche per le possibili discussioni, che potranno poi essere evidenziate, per tenerle separate dal flusso delle news, che verranno così inserite subito sotto, nell'indice di questo forum.

Non è consentito l'inserimento di annunci.
Bloccato
Avatar utente
admin
YaBB Administrator
YaBB Administrator
Messaggi: 1288
Iscritto il: 01 gen 1970 02:00
Località: Rome

Prog.Bioreg Marche: La regione punta a costituire 2distretti

Messaggio da admin »

12 set 2014 00:00:00:000
“DISTRETTO RURALE E AGROALIMENTARE DI QUALITÀ BIOLOGICO”, IL QUARTO INCONTRO IN REGIONE.

Con l’obiettivo di favorire l’istituzione di due distretti biologici pilota si è svolto oggi pomeriggio in Regione l’appuntamento previsto dal progetto Bioreg Marche. Nel corso dell’incontro, il quarto sulla tematica, sono stati illustrati ai territori candidati gli elementi fondamentali da inserire, secondo il regolamento attuativo, nella proposta di riconoscimento dei distretti biologici e, quindi, di promuovere il dibattito tra i vari stakeholder con l'obiettivo di far emergere anche le informazioni aggiuntive che possano qualificare e connotare i territori come distretti agroali-mentari di qualità biologici e distretti rurali biologici. La serie di incontri sul territorio ha agevolato l’individuazione e quantificazione dei requisiti territoriali e delimitazione dei Distretti Rurali Biologici (DRB) o Agroalimentari di Qualità Biologici (DAQB) per i territori dei comuni di Isola del Piano, Urbino e Pievebovigliana. “L’agricoltura biologica marchigiana rappresenta una realtà sempre più consolidata che annovera le Marche fra le regioni leader nel settore - rileva l’assessore all’Agricoltura, Maura Malaspina – E’ quindi possibile concepire uno sviluppo rurale sostenibile centrato anche sui distretti biologici, ossia sull’organizzazione di grandi aree dedicate alle produzioni biologiche in cui l’adozione di politiche di rete, rivolte alla valorizzazione del prodotto locale e alla qualità ambientale, genera economie di scala tali da realizzare concretamente dei modelli alternativi all’agricoltura convenzionale”. Oltre a quelli già individuati, aggiunge Malaspina, ci sono “altri territori che potranno essere riconosciuti a pieno titolo come distretti biologici di qualità nel rispetto della legge regionale”. Per fornire supporto tecnico scientifico ai territori interessati all’eleggibilità a potenziali distretti biologici, partner della Regione è l’Università della Tuscia che ha già svolto per il Mipaf i progetti inerenti i distretti biologici BIodistrict e Bioreg e che ha sviluppato il progetto regionale in collaborazione con il Servizio Ambiente e Agricoltura.

http://www.regione.marche.it/Home/Comun ... News=24316

Serena Paolini Regione Marche

Comunicato pubblicato dal sito internet della Regione Marche il 12 set 2014

------------------------------------------------------------------------
Per segnalare altri eventi-news di questo tipo nelle Marche scrivete a comunicatiXX@XXagrolinker.com (togliendo le X).
Note: Le comunicazioni devono giungere da una casella di posta elettronica di un dominio riconoscibile (non email potenzialmente anonime), oppure devono riportare un collegamento ad un sito pubblicante il comunicato.
Vengono pubblicati solo eventi gratuiti e di libero accesso, eccezion fatta per le fiere il cui ingresso è di solito a pagamento.
Bloccato

Torna a “Agricoltura-paesaggio regione Marche | News, articoli”