Storie di deserti alimentari in Kansas (USA), problematiche locali collegate e possibili soluzioni trovate dalla gente comune

Il Kansas un 'Deserto Alimentare'? La problematica assenza di negozi locali di generi alimentari - Una ricerca del Centro della Kansas State University, per aiutare le comunità locali a rendere il cibo accessibile

Avete dimenticato le focacce con gli hamburger? Ricordando il tempo in cui un salto rapido al negozio locale di alimenti poteva rendere semplice completare il pasto, in molte comunità locali del Kansas, il negozio di generi alimentari ha chiuso.

Dal 2006, 82 negozi di generi alimentari su 213 che servivano comunità locali del Kansas aventi una popolazione di 2500 abitanti o meno, hanno chiuso, riferisce David Procter, direttore del Centro per l'Impiego e lo Sviluppo delle Comunità presso la Kansas State University, che ha organizzato e ospitato recentemente presso il centro di Divulgazione della stessa università un vertice dei negozi di generi alimentari delle zone rurali.

La chiusura degli alimentari non si verifica solo nel Kansas, riferisce Procter, il quale nota che il vertice ha attratto quasi 200 partecipanti provenienti da 13 stati della Confederazione Statunitense.

L'assenza di un negozio di alimenti, o di altri che vendano generi essenziali entro un raggio di 10 miglia (16 chilometri circa) è denominato 'deserto alimentare grave', egli riferisce.

L'attribuzione di una tale definizione (alle località) punteggia il Kansas sia in territori rurali che urbani, dice Procter, che descrive gli obbiettivi della conferenza nell'iniziare un dialogo, nella definizione di sfide ed opportunità, nel pianificare un'agenda di ricerca, nell'inter-connettersi per superare le sfide e costruire le opportunità.

Evidenzia Procter: Le drogherie locali hanno tradizionalmente svolto un ruolo chiave nelle comunità. In aggiunta a quanto ovvio – rendendo il cibo complessivamente più accessibile – hanno tipicamente ancorato in loco le attività economiche delle comunità e la sua popolazione.

E, come produttore di lavoro, il negozio locale di alimentari ha prodotto impieghi a tempo-pieno e parziale, spesso con maggiori benefici di attività più ampie, e ritorno economico dalle tasse sulle vendite, utile per sostenere l'istruzione, lo sviluppo economico ed i miglioramenti delle comunità.

Quindi, cosa sta guidando la caduta delle drogherie locali?

Il richiamo dei grandi centri commerciali (big-box stores, super-center, super-store, o mega-store), che offrono prezzi più bassi è un fattore, ma il valore del risparmio è in questo caso eroso quando sono computati nel calcolo anche il costo del viaggio ed il tempo impiegato per giungervi).

Guidare per 16, 24, 32 chilometri (10, 15, 20 miglia) ogni volta per giungere ad un negozio al dettaglio richiede tempo – e costa denaro.

Il moderatore della conferenza Doug Cunningham (di Norfolk, Nebraska, rappresentante i Rivenditori di Alimenti Associati) ha notato che l'Associazione statunitense dell'Automobile riferisce che l'attuale costo chilometrico di guida di un autoveicolo è di (circa) 35 centesimi di Dollaro/km. Il che significa che il costo minimo di un viaggio di andata e ritorno di 32 chilometri è di 11,20 dollari. Comunque ciò che spesso viene trascurato è il valore di sviluppare attività economiche localmente, riferisce Leah Tsoodle, economista agricolo e ricercatore riguardo le preferenze negli acquisti alimentari da parte delle comunità del Kansas, attivo presso il servizio di ricerca e divulgazione della università di questo stato confederale.

Per ogni 100 dollari spesi entro una comunità locale, 45 dollari restano in loco e possono circolare al suo interno circa 7 volte. Per ogni 100 dollari spesi fuori dalla stessa comunità circa 15 hanno probabilità di ritornare ad essa.

Riferisce Procter: 'Le piccole attività guidano le economie locali, tuttavia data la combinazione di perdita nel volume più piccoli dettaglianti fronteggiano sfide crescenti che possono significare la chiusura delle porte dei loro negozi.'

'Una volta che il negozio di alimentari ha chiuso, la chiusura della scuola non è molto dietro l'angolo' egli riferisce. E senza un negozio di alimentari ed una scuola, una comunità avrà problemi ad attrarre nuovi residenti, e ciò significa una diminuzione dei valori delle proprietà.

Quindi cosa può fare una comunità?

Se Morland, Kansas, una delle 150 comunità della Contea di Graham, è un esempio, la risposta è 'molto'.

Secondo quanto riferisce Chris Petty, agente del Servizio di Ricerca e Divulgazione dell'Università del Kansas nella contea di Graham, il negozio di alimentari di Morland (Bean's Country Market) ha chiuso nel 2006, quando i proprietari sono andati in pensione.

L'edificio del vecchio negozio necessitava di essere ristrutturato, e la Fondazione per la Comunità di Morland si diresse verso sovvenzioni ed altri fondi per aiutare a finanziare il rinnovo dell'esercizio commerciale, ma appresero che essi non potevano accedere al finanziamento perché il negozio era posto all'interno del Piano di Inondazione.

Mentre alcuni poterono così ritirarsi dal progetto, questa comunità di gente impegnata ad ottenere mise in comune risorse per dare lavoro ad un ingegnere civile, perché valutasse la zonazione esistente.

Il distretto economico non ha subito un'inondazione dai primi anni '50 (più di 50 anni fa), riferisce Petty, così, dopo aver studiato il territorio, l'ingegnere aggiornò la mappa per includere una più accurata definizione del Piano di Inondazione. Aggiornando la zonazione ci si può aspettare una riduzione dei premi di assicurazione per i proprietari di casa indicati nel precedente piano di inondazione ed il rendere possibile la costruzione di un garage, o di un ponte, egli riferisce.

Riattivando la drogheria locale anche i valori delle proprietà potrebbero crescere, dice Petty, che evidenzia che Morland ha una banca, un silos per cereali, un noto ristorante, un parrucchiere ed uno studio fotografico di recente apertura.

Ci si può aspettare che la drogheria locale ed il ristorante (Prairie Junction) si sostengano l'un l'altro, ed anche ciò renderà la comunità più forte, riferisce Petty, che ha spiegato che essi si aspettano di attrarre clienti per la drogheria da St. Peter, che è posto 19 chilometri a sud; da Studley, 7,5 chilometri ad ovest; e Penokee, 7,5 chilometri ad east. La popolazione combinata della base del potenziale servizio clienti è di 350 persone, egli dice.

Gli organizzatori della Comunità hanno anche fatto i loro compiti a casa nel lavorare con Tsoodle e Paul Clark, un ex-economista agricolo del servizio di ricerca e divulgazione della Kansas State University (KSU), per sviluppare e condurre un'inchiesta tra i clienti, per apprendere maggiori informazioni riguardo le previsioni di prodotti e servizi che essi desiderano.

Nello sviluppare l'indagine (sovvenzionata dal Centro per l'Impiego e lo Sviluppo della Comunità, della KSU), gli economisti agricoli hanno accentrato la loro attenzione sulle preferenze di chi rispondeva riguardo le esperienze di acquisto in drogheria, con una successiva sezione che richiedeva, a coloro che rispondevano di votare, quanto le loro attuali esperienze di acquisto stanno incontrando le aspettative.
Il 30% dei voti di risposta per tali inchieste le considerava eccellenti, più del 40% dei voti di risposta mostrava un forte interesse verso la questione di riattivare la locale drogheria, dice Tsoodle.

Soprattutto le risposte furono positive ed incoraggianti per gli organizzatori della comunità di Morland, ella ha riferito. L'80% di chi aveva risposto, identificava la qualità degli alimenti come una ragione per scegliere di fare la spesa al negozio di generi alimentari; il 77% ha fatto riferimento alla pulizia ed al personale del negozio, ed il 57% ha notato il servizio clienti come una ragione per fare acquisiti in drogheria.

I risultati dell'indagine hanno anche indicato che chi rispondeva avrebbe probabilmente acquistato prodotti alimentari prodotti sul luogo, dice l'economista agricolo.

La comunità ha ricevuto un'approvazione verbale al cambio di zonazione, ma è in attesa di un'approvazione formale (scritta) per procedere, riferisce Faye Minium, presidente della Banca Statale dei cittadini e membro della Fondazione per la Comunità di Morland.

La Fondazione ha presentato una richiesta e ricevuto un impegno in fondi di stimolo per coprire la maggioranza delle ristrutturazioni, ma il denaro non può essere assegnato finché il processo di zonazione non sia completo, dice Minium.

Siamo pronti a procedere, e speriamo di aprire a fine anno, riferisce Petty, che dice che ci si aspetta che il negozio locale assuma un gestore ed 1-2 assistenti.

'Il negozio di alimentari è una parte essenziale della comunità', dice Minium. Per adesso comunque non è insolito per i vicini di prestare una tazza di farina, zucchero, o, recentemente, una cipolla...

Autore dell'articolo: Nancy Peterson, 24 giugno 2010

Fonte/i: David Procter, direttore del Centro per l'Impiego e lo Sviluppo delle Comunità presso la Kansas State University; Chris Petty, agente del Servizio di Ricerca e Divulgazione dell'Università del Kansas nella contea di Graham, 14 giugno 2010

Sito fonte: K-State Research and Extension News Media Services

Pubblicato da Agrolinker, in data 30 giugno 2010; traduzione di Luca Federico Fianchini.

Indirizzo permanente di questo articolo: https://www.agrolinker.com/?id=854

© Riproduzione Riservata          Collegamento all'elenco dei feeds RSS di Agrolinker         

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.

Alcuni articoli tematicamente collegati:
  1. La politica economica agricola degli Stati Uniti e l'accordo commerciale USMCA

  2. Editoriale: Negli USA cresce l'interesse per la qualità delle produzioni e l'ambiente

  3. Etichettare come Deserti Alimentari le zone prive di supermercati non è utile

  4. Uno studio ha mostrato che il sistema statunitense di tracciabilità obbligatoria delle carni ha aumentato i costi generando però vantaggi molto limitati

  5. Una nuova legge impatterà sui coltivatori di prodotti agricoli e i trasportatori statunitensi

Collegamento all'elenco dei feeds RSS di Agrolinker