Nuova varietà frumento ricca di fibra aiuterà a proteggere l'intestino

Una nuova varietà di frumento ad elevato contenuto di fibra è stata prodotta in Australia utilizzando la genetica tradizionale, ovvero l'incrocio tra varietà differenti, con il fine di ottenere l'aumentata presenza di due enzimi che inducono la ramificazione delle catene di amido (starch-branching enzyme - SBE II: SBEIIa and SBEIIb).

La dott.ssa Ahmed Regina di CSIRO (Commonwealth Scientific and Industrial Research Organization, di Canberra, Australia), che ha preso parte a questo studio, già nel 2005 aveva partecipato a un'altra ricerca che aveva identificato tali enzimi come responsabili dell'incremento di amilosio nel frumento; l'amilosio è la porzione di amido non digeribile, avente struttura ramificata e che normalmente è presente nel frumento in una percentuale estremamente ridotta e inferiore all'1%. La citata ricerca del 2005 aveva anche mostrato che fornendo, come alimento principale per i ratti da laboratorio, un frumento avente una percentuale di amilosio (sull'amido totale) maggiore del 75% si riscontrava un miglioramento di vari indici di funzionalità del colon (abstr. PNAS: vol.103, n.°10).
Nella nuova varietà di frumento ora ottenuta presso i laboratori del Centro Nazionale di Ricerche Australiano (CSIRO) l'amilosio è presente in quantità circa 10 volte maggiore del suo normale livello, che raggiunge quindi un valore del 20%.

Il lavoro di ricerca realizzato è stato il frutto della collaborazione tra scienziati di CSIRO, una società francese, la Limagrain Céréales Ingrédients e la Corporazione per la Ricerca e lo Sviluppo dei Cereali. Essi hanno formato da alcuni anni una compagnia denominata Arista Cereal Technologies, con la quale la statunitense Bay State Milling Company ha già trovato un accordo per l'utilizzo del brevetto e infatti tale varietà è già stata coltivata quest'anno da un ristretto numero di agricoltori negli Stati Uniti, per un totale di 400 ettari negli stati dell'Idaho, Oregon e Washington.

Il lancio commerciale di alimenti dietetici a base della nuova varietà di frumento avverrà col marchio 'HealthSense' e segnalando che tali alimenti sono utili a contrastare diabete e malattie dell'intestino. Gli operatori australiani che hanno preso parte a questa ricerca sperano che il brevetto venga utilizzato anche da società locali, a vantaggio cioè del locale sistema agroalimentare.
Il vantaggio economico di un tale prodotto è elevato se si considera che basterà addizionarlo ad altre farine per ottenere già un adeguato incremento in fibra, moltiplicando anche n volte il vantaggio commerciale di produrre questa nuova varietà. La farina ricca di fibra, prodotta con la nuova varietà di frumento, potrebbe quindi divenire nei prossimi anni un componente base di una molteplicità di differenti alimenti dietetici.

Come afferma la dott.ssa Ahmed Regina: 'Ampiamente carente nelle diete occidentali, l'amido resistente è noto per migliorare la salute digestiva, proteggere contro i danni genetici che precedono il cancro dell'intestino ed aiutare a combattere il diabete di Tipo 2. Il frumento è la fonte più popolare di fibra alimentare ed è mangiato dal 30% della popolazione mondiale, in forma sia di pane, che pizza, pasta e tortillas.'
'Avere del frumento con alto livello di amido non digeribile permette alle persone di ottenere questa importante fibra senza cambiare il tipo di frumento di cui si nutrono o la quantità di alimenti a base di graminacee, di cui essi hanno bisogno per (raggiungere) il livello alimentare raccomandato'.

In Australia la compagnia Arista ha un accordo di collaborazione con una compagnia del settore della genetica per sviluppare varietà di frumento ad alto contenuto di amilosio, adatte per le differenti regioni australiane.
Essi stanno lavorando per produrre abbastanza granella per i test sul prodotto e semente per la sua iniziale commercializzazione

Il dipendente di Arista, Lindsay Adler, che è anche dipendente di CSIRO afferma di essere contento che essi abbiano raggiunto un accordo con una società locale per l'utilizzo del brevetto e lo sviluppo di un nuovo prodotto per il mercato locale ed asiatico.
Egli afferma:'Questa è un'opportunità per stabilire contatti, con una clientela a livello mondiale che sempre più richiede alimenti con migliorati benefici per la salute'.
La fonte richiama infine l'attenzione sul fatto che non è questo l'unico caso in cui l'ente di ricerca australiano CSIRO abbia sviluppato graminacee innovative, che poi i suoi partner commerciali hanno portato sul mercato; tra esse vengono, ad esempio, segnalate anche: 'Kebari', un orzo avente un contenuto di glutine molto basso e 'BARLEYmax, un orzo con elevato contenuto di amido non digeribile.

Fonte/i: CSIRO News 13 dicembre 2017; estratto dell'articolo del 2005: 'High-amylose wheat generated by RNA interference improves indices of large-bowel health in rats' pubblicato sul vol. 103 no. 10 di PNAS

Autore dell'articolo: , 31 dicembre 2017

Indirizzo permanente di questo articolo: https://www.agrolinker.com/?id=695

© Riproduzione Riservata          Collegamento all'elenco dei feeds RSS di Agrolinker         

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.

Alcuni articoli tematicamente collegati:
  1. Identificato carattere migliorabile per incrementare l'assorbimento di azoto nel riso

  2. Il vigore ibrido dell’eterosi dipende dall’attivazione di un maggior numero di geni

  3. Nuova varietà frumento ricca di fibra aiuterà a proteggere l'intestino

  4. Nuovo percorso di ricerca di varietà di pomodoro e patata resistenti alla muffa grigia

  5. Le proteine RICE 1 e 2 hanno un importante ruolo nel silenziamento di geni vegetali

Collegamento all'elenco dei feeds RSS di Agrolinker