potatura vite

Questo è un forum di discussione ed è quindi possibile inserire quesiti riguardo i seguenti argomenti:

Tecnica colturale, coltivazioni e piante erbacee, orticole, frutticole, lavorazioni suolo, fertilizzazioni, difesa colture, allevamento del bestiame, macchine e meccanizzazione agricola, innovazioni per l'agricoltura.
Bloccato
lucio
Newbie
Newbie
Messaggi: 6
Iscritto il: 01 gen 1970 02:00
Località: 0

potatura vite

Messaggio da lucio »

Ciao a tutti!
Vorrei cortesemente chiedere:
1) se si può potare o meglio sfoltire una pergola di vite con i frutti verdi a medio sviluppo.
2) Se è consigliabile asportare le foglie  più colpite dalla malattie crittogamiche, anche se si son fatti i trattamenti.
3) Se è dannoso, e fino a che livello, consumare frutti (albicocche) che hanno ricevuto (sono a fianco alla pergola), anche se indirettamente,  lo zolfo ed il rame per la vite.
Ringrazio per l'attenzione
Avatar utente
bill1
Newbie
Newbie
Messaggi: 24
Iscritto il: 01 gen 1970 02:00
Località: 0

Re: potatura vite

Messaggio da bill1 »

Ciao a tutti!
Vorrei cortesemente chiedere:
1) se si può potare o meglio sfoltire una pergola di vite con i frutti verdi a medio sviluppo.
2) Se è consigliabile asportare le foglie  più colpite dalla malattie crittogamiche, anche se si son fatti i trattamenti.
Bah! In piena estate te lo sconsiglio perchè comunque al di là delle caratteristiche dell'operazione, l'asportazione di foglie và a ridurre la superficie fotosintetizzante (quella che i tecnici chiamano canopy), che deve essere proporzionata alla capacità produttiva della pianta e non solo.. le foglie nel loro complesso si sviluppano con un inclinazione idonea a captare i raggi del sole in modo ottimale e quindi se non tagli quelle giuste rischi di lasciare quelle che alla pianta servono di meno. In ogni caso devi preservare le giovani foglie degli apici perchè producono ormoni necessari al'allungamento dei tralci, ma anche tagliare quelle che hanno completato lo sviluppo produce un danno perchè sono in questo periodo nella loro maggiore attività fotosintetica.
Infine nulla esclude che un altro attacco parassitario possa danneggiare le foglie residue.
Al limite sarebbe più sensato tagliare qualche tralcio, per arieggiare la chioma, così che con pochi tagli riduci la superficie fogliare senza produrre danni, ma devi comunque tagliare i tralci giusti; tagliando molte foglie rischi che la pianta risenta del caldo perdendo motissima acqua e comunque tale operazione (comunque da evitare) è assolutamente da sconsigliare nelle ore calde della giornata.
3) Se è dannoso, e fino a che livello, consumare frutti (albicocche) che hanno ricevuto (sono a fianco alla pergola), anche se indirettamente,  lo zolfo ed il rame per la vite.
Ringrazio per l'attenzione
Lo zolfo non è particolarmente tossico, dà più che altro un pò di acidità di stomaco (poi dipende quanto ne mangi),   :D ma ciò non toglie che tu debba rispettare i tempi di carenza previsti dalla legge per il formulato a base di zolfo che utilizzi, così come per il rame.
Il rame è un metallo e oltre certe dosi (abbastanza elevate) può essere tossico, sia per la pianta, che per l'uomo, comunque non consiglierei a nessuno di mangiarlo.   ;)
Comunque è buona norma di solito stare attenti a non avere deriva di fitofarmaci (non trattare quando c'è vento e fare attenzione durante i trattamenti), perchè alcuni prodotti non sono autorizzati su alcune colture e perchè si rischia che esse vengano commercializzate quando il prodotto dato alla coltura adiacente non si è ancora decomposto.
ciao
Ultima modifica di bill1 il 03 lug 2007 13:03, modificato 1 volta in totale.
lucio
Newbie
Newbie
Messaggi: 6
Iscritto il: 01 gen 1970 02:00
Località: 0

Re: potatura vite

Messaggio da lucio »

OK Grazie ancora Bill!
Bloccato

Torna a “Forum Agricoltura Italiana | Discussioni”