recuperare un pergolato di viti vecchissime

Questo è un forum di discussione ed è quindi possibile inserire quesiti riguardo i seguenti argomenti:

Tecnica colturale, coltivazioni e piante erbacee, orticole, frutticole, lavorazioni suolo, fertilizzazioni, difesa colture, allevamento del bestiame, macchine e meccanizzazione agricola, innovazioni per l'agricoltura.
Bloccato
Avatar utente
dada
Newbie
Newbie
Messaggi: 1
Iscritto il: 28 dic 2008 11:52
Località: 0
Contatta:

recuperare un pergolato di viti vecchissime

Messaggio da dada »

Salve a tutti,
ho acquistato un vecchio rudere di campagna e per i primi due anni ho dovuto pensare essenzialmente a ristrutturarlo per rendere confortevole viverci dentro! Ora però vorrei provare a recuperare il pergolato di viti, costituito da piante credo piuttosto vecchie (alcune hanno un tronco del diametro di oltre 15 cm e rami che si allungano per oltre 20 metri).
Non sono esperta di potature, ma per tutti gli altri alberi da frutta mi sono documentata e non ho avuto grossi problemi ad applicare le tecniche di potatura che ho trovato descritte sui libri e/o in internet. Ma per questa vigna qualche dubbio ce l'ho. Innanzitutto trovo pareri discordanti tra chi sostiene che una pianta debole diventa tanto più robusta quanto più drasticamente la si pota, e chi, al contrario, sostiene che in questo modo una vecchia pianta può anche essere distrutta per sempre! Questo è il primo punto su cui mi piacerebbe ricevere un parere da voi studiosi di scienze agrarie.
Inoltre trovo difficoltà a decidere se e come tagliare i rami lunghissimi di alcune piante, che naturalmente sono di legno decisamente vecchio, ma ancora portano rami fruttiferi.
Purtroppo non so indicarvi le cultivar in mio possesso, posso solo dirvi che si tratta principalmente di uva dagli acini piuttosto piccoli, molto densi sul grappolo, di un colore che definirei rosato (certamente non è bianca, ma neppure proprio nera).
C'è anche qualche pianta di uva bianca, alcune con acini di forma molto allungata, ma queste sono le piante meno vecchie e quindi più facili da potare.
Tutte le piante hanno un fusto alto circa 2 metri, poiché i loro rami sono posati su di un pergolato metallico che sovrasta un vialetto carrabile.
Credo siano infette di qualche malattia fungina (oidio? peronospora? Forse avrei dovuto fare agraria, e non veterinaria! 8-) ) ma, pur senza alcuna cura, fino ad oggi hanno prodotto una discreta quantità di uva, da cui è stato fatto un vinello leggero e rosato, dal sapore vagamente passito.
Se dovesse servire, posso mettere su qualche sito le fotografie delle piante in questione. Nel frattempo forse può essere utile sapere che questa piccola vigna si trova in Puglia, in provincia di Bari, a circa 1 km dal mare.
Credo di esser stata fin troppo prolissa, quindi e domande su eventuali trattamenti da effettuare, compatibilmente con il desiderio di mantenere la coltura biologica, le riserverò ad un altro post, dopo aver risolto il problema potatura e sistemazione del pergolato.
Vi ringrazio per l'attenzione e ringrazio di cuore chiunque voglia aiutarmi a recuperare queste vecchie piante!  :)
A presto
dada
Avatar utente
bill1
Newbie
Newbie
Messaggi: 24
Iscritto il: 01 gen 1970 02:00
Località: 0

Re: recuperare un pergolato di viti vecchissime

Messaggio da bill1 »

Innanzitutto trovo pareri discordanti tra chi sostiene che una pianta debole diventa tanto più robusta quanto più drasticamente la si pota, e chi, al contrario, sostiene che in questo modo una vecchia pianta può anche essere distrutta per sempre! Questo è il primo punto su cui mi piacerebbe ricevere un parere da voi studiosi di scienze agrarie.
E' un pò difficile rispondere senza vedere la situazione nella realtà.
Per prima cosa bisogna dire che una grossa differenza nella potatura la si ha nell'epoca di potatura: la potatura autunnale , o di tardo inverno (in assenza di vegetazione) servono a selezionare i rami a frutto e comunque ciò deve essere fatto tenendo conto:
- della varietà  per decidere quali gemme tagliare, in funzione delle gemme su cui ftruttifica una varietà e
- della fertilità del terreno, della forma di allevamento e dell'eventuale ricorso ad irrigazione per decidere quante gemme mantenere, a seconda della capacità produttiva che si determina per la pianta.
Inoltre trovo difficoltà a decidere se e come tagliare i rami lunghissimi di alcune piante, che naturalmente sono di legno decisamente vecchio, ma ancora portano rami fruttiferi.
Purtroppo non so indicarvi le cultivar in mio possesso, posso solo dirvi che si tratta principalmente di uva dagli acini piuttosto piccoli, molto densi sul grappolo, di un colore che definirei rosato (certamente non è bianca, ma neppure proprio nera).
Per quanto rigiarda il legno vecchio ci sono anche delle teorie di studiosi di viticoltura su come fare, personalmente penso che dei rami molto vecchi li puoi mantenere se ti preme molto l'aspetto estetico del vigneto, però devi fare in modo con la potatura che i tralci prodotti dalla pianta abbiano un'adeguata vigoria, atrimenti se ti preme molto l'aspettoproduttivo la cosa migliore e togliere levecchie viti e far eun impianto come si deve, sempre consderando una produzione per autoconsumo, perchè una produzione per la vendità è legata alla titolarità di diritti di reimpianto ed è una cosa che è non so se hai e non è una cosa che si può sapere discutendo su un forum di discussione su internet. In quel caso devi sentire nella tua zona, come minimo un'associazione di categoria, odei produttori viti-vinicoli.
Credo siano infette di qualche malattia fungina (oidio? peronospora? Forse avrei dovuto fare agraria, e non veterinaria! 8-) ) ma, pur senza alcuna cura, fino ad oggi hanno prodotto una discreta quantità di uva, da cui è stato fatto un vinello leggero e rosato, dal sapore vagamente passito.
questo si può sapere solo se quanto meno descrivi i sintomi alivello fogliare e magari di altri organi della pianta, se appaiono deformati, danneggiati.
Se dovesse servire, posso mettere su qualche sito le fotografie delle piante in questione.
Certo può essere utile.

Ciao
Ultima modifica di bill1 il 03 feb 2009 17:53, modificato 1 volta in totale.
Bloccato

Torna a “Forum Agricoltura Italiana | Discussioni”