Danni da lupi l'assessore agricoltura sollecita approvaz....

Questo è un forum di lettura, ma è possibile anche inserirvi messaggi, sui seguenti argomenti:

Questo forum ha l'obbiettivo di fornire un minimo aggiornamento di notizie agricole per tecnici ed operatori del settore agricolo delle Marche, particolarmente con riferimento alle sovvenzioni della UE (PAC, PSR, PSL); quindi questi sono i temi anche per le possibili discussioni, che potranno poi essere evidenziate, per tenerle separate dal flusso delle news, che verranno così inserite subito sotto, nell'indice di questo forum.

Non è consentito l'inserimento di annunci.
Bloccato
Avatar utente
admin
YaBB Administrator
YaBB Administrator
Messaggi: 1288
Iscritto il: 01 gen 1970 02:00
Località: Rome

Danni da lupi l'assessore agricoltura sollecita approvaz....

Messaggio da admin »

19 set 2014 00:00:00:000
DANNI CAUSATI DAI LUPI, L’ASSESSORE GIORGI SOLLECITA L’APPROVAZIONE DELLA PROPOSTA DI LEGGE SOLAZZI.

In relazione agli ultimi recenti episodi di predazione da parte di lupi a carico di allevamenti ovino-caprini riferiti dalla stampa sul territorio della regione Marche e, in particolare, nella provincia di Pesaro e Urbino, l’assessore regionale alla Caccia, Paola Giorgi, sollecita una accelerazione dell’approvazione della Proposta di legge n. 376 presentata il 25 novembre 2013 dal presidente della Assemblea legislativa della Regione Marche, Vittoriano Solazzi. L’assessore Giorgi, nel riconoscersi e nel condividere i contenuti della proposta, dichiara “incomprensibili e dannosi ulteriori ritardi”. La legge sulla “tutela del patrimonio zootecnico soggetto a predazione”, stigmatizza l’assessore Giorgi, rappresenta un punto imprescindibile per la tutela del patrimonio zootecnico bovino, ovino-caprino ed equino soggetto agli attacchi di specie carnivore selvatiche, quali il lupo (Canis lupus) tutelate sia da direttive comunitarie, che da legge nazionale. “Se la presenza e la conservazione di queste specie rappresenta un elemento di eccellenza per la biodiversità e per il valore intrinseco culturale, scientifico e naturalistico, il costo sociale di questa tutela non può ricadere esclusivamente sugli allevatori e sulle attività agro-silvo pastorali che oggi hanno, nella regione Marche, un grande valore non solo socio-economico, ma anche per la salvaguardia del paesaggio rurale. Pertanto occorre approvare velocemente la proposta di legge presentata, senza ulteriori indugi o rinvii, in quanto solo così si potrà dare una concreta risposta agli allevatori. Con l’approvazione di questa legge si potrà investire sulla prevenzione (come i spazi protetti, recinzione, cani da guardiania e altro ancora), su forme assicurative riguardanti il risarcimento, sul monitoraggio e sulla comunicazione, in un percorso partecipato e di condivisione”..
In relazione agli ultimi recenti episodi di predazione da parte di lupi a carico di allevamenti ovino-caprini riferiti dalla stampa sul territorio della regione Marche e, in particolare, nella provincia di Pesaro e Urbino, l’assessore regionale alla Caccia, Paola Giorgi, sollecita una accelerazione dell’approvazione della Proposta di legge n. 376 presentata il 25 novembre 2013 dal presidente della Assemblea legislativa della Regione Marche, Vittoriano Solazzi. L’assessore Giorgi, nel riconoscersi e nel condividere i contenuti della proposta, dichiara “incomprensibili e dannosi ulteriori ritardi”. La legge sulla “tutela del patrimonio zootecnico soggetto a predazione”, stigmatizza l’assessore Giorgi, rappresenta un punto imprescindibile per la tutela del patrimonio zootecnico bovino, ovino-caprino ed equino soggetto agli attacchi di specie carnivore selvatiche, quali il lupo (Canis lupus) tutelate sia da direttive comunitarie, che da legge nazionale. “Se la presenza e la conservazione di queste specie rappresenta un elemento di eccellenza per la biodiversità e per il valore intrinseco culturale, scientifico e naturalistico, il costo sociale di questa tutela non può ricadere esclusivamente sugli allevatori e sulle attività agro-silvo pastorali che oggi hanno, nella regione Marche, un grande valore non solo socio-economico, ma anche per la salvaguardia del paesaggio rurale. Pertanto occorre approvare velocemente la proposta di legge presentata, senza ulteriori indugi o rinvii, in quanto solo così si potrà dare una concreta risposta agli allevatori. Con l’approvazione di questa legge si potrà investire sulla prevenzione (come i spazi protetti, recinzione, cani da guardiania e altro ancora), su forme assicurative riguardanti il risarcimento, sul monitoraggio e sulla comunicazione, in un percorso partecipato e di condivisione”.

http://www.regione.marche.it/Home/Comun ... News=24328

Comunicato stampa della Regione Marche emesso il 19 settembre 2014
Bloccato

Torna a “Agricoltura-paesaggio regione Marche | News, articoli”